FINO AL 28 NOVEMBRE

FUORI TUTTO BLACK FRIDAY!

SCONTI DAL 10% AL 55%

SU TUTTO IL SITO

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
News
Posted in

10 CONSIGLI SULL’ALLATTAMENTO AL SENO

Posted in

Essere mamma è il compito più bello e più complesso nella vita di una donna. Sono tanti i dubbi e le ansie ma grande è, soprattutto, la gioia nello stringere tra le braccia il nostro bebè, nel sentire il suo dolce respiro e il battito del suo cuoricino mentre dorme accanto a noi.
Tra i tanti momenti straordinari nella vita di una mamma, uno su tutti sembra destare in tutte un misto di emozioni: gioia e serenità, infatti, si associano spesso a preoccupazione e dubbio. Stiamo parlando dell’allattamento.
Se anche tu stai per approcciarti a questa bellissima fase della tua vita questi semplici consigli potrebbero essere utili.

1. Ci sono diverse posizioni per allattare

Sebbene libri, film e riviste ci mostrino sempre le mamme che allattano nella stessa posizione, non è detto che questa sia l’unica praticabile. Infatti, ogni mamma e ogni bimbo sono diversi e unici, quindi è possibile che il vostro bambino preferisca una posizione del tutto diversa da quella considerata canonica. Assecondare questa necessità posizionando il bebè come gradisce faciliterà l’allattamento anche per la mamma.

2. Chiedere aiuto non è mai sbagliato

Molte mamme non chiedono aiuto prima di cominciare ad allattare e questo, spesso, può essere un problema. Nonostante sia una pratica naturale, l’allattamento può risultare difficoltoso all’inizio e, per questa ragione, ci sono figure specializzate alle quali rivolgersi per fare in modo che tutto proceda nel modo più semplice possibile. L’ostetrica o la consulente all’allattamento sono professionisti in grado di fornire tutte le indicazioni necessarie per fare in modo che la vostra sia un’esperienza serena e piacevole.

3. La produzione eccessiva di latte

A differenza di quanto credevano le nostre nonne, una produzione troppo abbondante di latte non è sempre un bene. Infatti, una mamma che abbia un’iperproduzione di latte è molto più a rischio di ingorghi e mastiti, situazioni spesso dolorose e fastidiose. Questo accade perché quando il bimbo nasce, il corpo sa che è nato ma non sa ancora quanta fame avrà. Occorrono circa un paio di mesi prima che la produzione di latte si regoli in base alle esigenze del bimbo. Se dopo due mesi questo non accade, è bene rivolgersi al medico che vi darà tutte le indicazioni per gestire al meglio la situazione.

4. Il tiralatte

Il tiralatte è uno strumento sempre più utilizzato dalle mamme che allattano al seno. Infatti, spesso, è necessario conservare delle scorte di latte per il bebè quando la mamma non può più essere presente tutta la giornata accanto al bimbo. Nella scelta del tiralatte, però, non bisogna avere fretta. In commercio se ne possono trovare diversi con caratteristiche differenti a seconda delle esigenze di ogni mamma. Prendetevi il giusto tempo per valutare quello più adatto a voi. Unico consiglio sempre valido è quello di scegliere un tiralatte di qualità che duri a lungo e che sia studiato per la zona molto delicata del seno delle mamme.

5. L’allattamento può non essere confortevole

La maggior parte delle mamme può affermare che, soprattutto all’inizio, allattare non è confortevole. Bisogna stare tranquille e non scoraggiarsi. Infatti, ci vogliono 2-3 settimane prima che i capezzoli si abituino alla suzione del bambino, che può essere anche molto dolorosa. Per alleviare il dolore possono essere utili creme lenitive apposite da spalmare sul capezzolo, ideali per contrastare l’irritazione. Se il dolore dovesse persistere anche dopo le prime settimane non bisogna vergognarsi: capita a tutte! È bene invece rivolgersi al proprio medico e seguire i suoi consigli. Infatti, il benessere della mamma, insieme a quello del bimbo, è fondamentale affinché l’allattamento sia un momento di serenità per entrambi.

6. L’allattamento non sempre è semplice

Oltre all’aspetto fisico, anche quello psicologico riveste un ruolo fondamentale. Sfatiamo un mito: allattare non è sempre così facile! Soprattutto all’inizio, il bambino richiede poppate molto frequenti, di giorno e di notte. Nel post partum, periodo già molto complesso, la mancanza di sonno, i dolori fisici e la preoccupazione costante di stare sbagliando tutto possono rendere l’allattamento davvero molto complesso. Non sentitevi sole e sbagliate, perché non è così. Tutte le mamme vivono queste stesse sensazioni e confrontarvi potrebbe essere la soluzione per stare meglio.

7. La montata lattea

La montata lattea è uno dei riflessi più comuni dell’allattamento, che permette al latte di confluire al seno per poter nutrire il bimbo. Tuttavia, spesso provoca delle perdite di latte anche in momenti lontani dalla poppata. Può verificarsi quando sentite il pianto di un altro bimbo o quando pensate al vostro. Per evitare che la perdita di latte macchi i vestiti o causi cattivi odori è bene indossare delle coppette assorbilatte da posizionare all’interno del reggiseno. La raccomandazione è quella di cambiarle dopo ogni poppata o sezione di estrazione per fare in modo che il seno resti asciutto e intatto.

8. Fame continua

Il senso di fame sarà una sensazione che vi accompagnerà per tutta la fase di allattamento. Infatti, la produzione di latte vi fa consumare circa 500kcal in più del solito e questo, di conseguenza, spinge il corpo ad una maggiore richiesta di nutrimento. Tenete con voi degli snack o delle bevande calde, soprattutto per le poppate notturne, ma fate sempre attenzione a seguire un’alimentazione sana ed equilibrata.

9. L’allattamento può essere divertente

È giusto però anche ricordare che l’allattamento, una volta presa la mano, diventa un momento estremamente piacevole. Per prima cosa si crea un’intimità speciale con il proprio bambino. E poi, è un momento nel quale la mamma può rilassarsi guardando la TV, ascoltando la musica o leggendo un libro. Prendetevi questo momento anche per voi e godetevi ogni istante con il vostro bimbo.

10. Ascoltate il vostro bebè

Il vostro bebè non parla ancora ma sa dirvi molte cose se imparate ad ascoltarlo e a comprenderlo. I neonati conoscono in maniera innata tutto quello che c’è da sapere sull’allattamento. Sanno quanto e quando devono mangiare, sanno dov’è il vostro seno e quale sia la posizione migliore per la poppata. Fatevi guidare da loro e tutto andrà per il meglio.

CARRELLO 0

Login

Crea un'account

al trattamento dei miei dati personali per l’invio di comunicazioni e newsletter informative e commerciali da parte di Scubidù e tutti i suoi marchi associati.
al trattamento dei miei dati personali per l’invio di offerte e newsletter personalizzate dedicate sulla base degli acquisti effettuati.
Compilare solo sei hai una nostra fildelity card.

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

Password Recovery

Hai perso la password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.